31 luglio 2013

Novità
Aggiornamenti in tempo reale su Facebook


Youtube La nostra clip
________
Canali Reupallogged Facebook | Twitter | YouTube

.::.
Istanti
21 giugno 1994, Cotton Bowl, Dallas
Dopo appena 21 minuti, Rashidi Yekini (1963–2012) ha segnato (alla Bulgaria)
il primo gol della Nigeria in una fase finale dei Campionati mondiali
.::.

Riflessioni

Sta perdendo valore l'importanza del gol subìto, tutte le squadre migliori giocano sulla facilità di fare un gol in più. Scrivendo dall'Italia, è un rovesciamento didattico molto importante, negazione di quello che abbiamo sempre svolto da Vittorio Pozzo in qua, cioè dal meglio del nostro calcio (gli anni trenta) a oggi. Per la prima volta non contano i gol che prendiamo, ma quanti se ne segnano. E' come passare dalla poesia in rima a quella di Ungaretti e Montale, è un concetto totalmente nuovo che nessuno può dire sia migliore. Per ora è semplicemente diverso. Ma esiste.

15 luglio 2013

Novità
Aggiornamenti in tempo reale su Facebook


.::.
Istanti
La quiete prima della tempesta
Luglio 1966, Durham, Inghilterra
Giacinto Facchetti e Tarcisio Burgnich in un momento di svago durante il ritiro della nazionale italiana ai campionati mondiali: ancora ignari di come andrà a finire il match con la Corea del Nord
.::.

Riflessioni

Un giorno del 1978 più di mille milioni di persone hanno guardato la finale della coppa del mondo tra Argentina e Olanda. Il che significa che circa un quarto dell'intera popolazione mondiale ha interrotto quanto stava facendo per rivolgere ogni attenzione a un campetto d'erba dell'America del Sud dove ventidue figurette vestite di colori sgargianti hanno trascorso novanta minuti a tirare calci a un pallone in una frenesia di energia e concentrazione. Se un simile avvenimento fosse stato notato dai passeggeri di un UFO, che conclusioni avrebbero potuto trarne? Il calcio, considerato obiettivamente, è una delle più strane costanti di comportamento umano della società moderna. Spinto da questa considerazione ho deciso di fare le mie indagini. E mi è subito stato chiaro che ogni centro di attività calcistica, ogni football club, è organizzato come una piccola tribù, completa di territorio tribale, anziani della tribù, stregoni, eroi: entrando nei loro domini mi sono sentito come un esploratore del passato intento a esaminare per la prima volta una vera cultura primitiva.
(Desmond Morris, The soccer tribe)

1 luglio 2013

.

Novità
Aggiornamenti in tempo reale su Facebook

Canali Reupallogged Facebook | Twitter | YouTube

.::.
Istanti
23 giugno 1990, Stadio San Paolo, Napoli
La danza del gol di Roger Milla
.::.

Riflessioni

Incassati due gol, gli uruguagi non batterono ciglio e m'insegnarono un concetto tattico importante: che la sconfitta deve essere difesa a sua volta. Sembrerà paradossale: non lo è affatto: perché se applicando i tuoi schemi subisci due gol, cambiandoli per rimontare puoi trovarti ancor più a malpartito: aspettando invece che si presentino le occasioni per applicare in attacco i tuoi schemi abituali, puoi nel frattempo illudere e stancheggiare gli avversari.
(Gianni Brera, I mondiali di calcioMilano, BookTime, 2010, p. 52)